Lasciare un'impronta

Le metamorfosi previste dell'offerta e gli impatti a lungo termine

La candidatura a Capitale Europea della Cultura è un'occasione per riflettere su un nuovo modo di concepire e attuare le politiche pubbliche a Bastia e in Corsica nel suo complesso.

Ciò comporta la creazione di condizioni di lavoro adeguate per gli artisti, sia delle isole che della diaspora, in un dialogo permanente con il resto dell'Europa e del mondo, in particolare con i vicini della sponda meridionale del Mediterraneo.

Essere coinvolti nella candidatura di Bastia Corsica 2028 è un'opportunità per inventare nuovi modelli di intervento, per ripensare le istituzioni artistiche e culturali, in modo più inclusivo, in un tessuto sociale in cui la diversità è un valore cardinale.

Dovrebbe anche inventare un modo per mobilitare i cittadini, per creare opportunità di incontro con il patrimonio e l'arte, con la possibilità per ognuno di creare il proprio percorso verso l'arte e la cultura.

Nell'ambito del laboratorio di innovazione che la candidatura di Bastia Corsica 2028 rappresenta, quali tipi di azioni e programmi dovrebbero essere attuati? Con quali mezzi e metodi? Quali potrebbero essere le principali innovazioni da implementare a Bastia e sull'isola? Come si possono inserire l'arte e la cultura nelle varie politiche pubbliche?

In che misura questa candidatura può lasciare un segno duraturo nell'arte e nella cultura della Corsica?

Quali trasformazioni rappresenta questa applicazione?

Il parti interessate

Moderatore

Davia Benedetti

Davia Benedetti è docente universitaria, antropologa e pioniera della ricerca antropologica sulle danze e le pratiche spettacolari in Corsica. Attraverso il suo lavoro, vuole creare interazioni tra ricerca, creazione e pedagogia e aprire prospettive transdisciplinari. Desidera diffondere la cultura artistica all'interno dell'Università a partire dai poli artistici già esistenti. L'obiettivo è quello di aprire vie innovative per esprimere l'identità corsa attraverso modi originali e creativi di adattarsi ai cambiamenti contemporanei e di aprirsi al mondo.

Artista

Pasqua Pancrazi

Compositrice di Bastia, Pasqua Pancrazi trae le sue influenze da sonorità anni '80 come l'italo disco, la new wave o il Krautrock che sintetizza sotto lo pseudo "Valediction". Soprattutto un elettrone libero, mette regolarmente il suo know-how al servizio di altri artisti per i quali compone e arrangia brani. Cofondatore del collettivo di DJ "LE DISKO", ha appena creato l'etichetta Lake of Confidence per distribuire il frutto di esperimenti e scambi con artisti isolani, nazionali e internazionali.