Raccontare la propria storia in Europa

Bastia Corsica 2028, una necessità di condivisione tra Europa e mondi

La creazione artistica è una matrice per ripensare il nostro rapporto con il mondo: propone interpretazioni, testimonia le sue evoluzioni e tensioni e ci aiuta a pensare al futuro.

La candidatura è un'occasione per incoraggiare la creazione in tutte le sue forme per riflettere la ricchezza e la specificità della Corsica, della sua cultura e della sua storia, per rafforzare il suo contributo alla creazione culturale europea, in un dialogo sostenuto con il Mediterraneo, in particolare con le sue isole, ma anche con altri territori europei, attraverso l'elaborazione di progetti artistici pensati per questa candidatura.

Bastia-Corsica 2028 è un invito a immergersi nei substrati culturali della Corsica sublimandoli e proponendo l'incontro, l'attrito e l'incrocio con l'altrove, con le grandi questioni della società contemporanea, attraverso il prisma degli incontri artistici con creatori e autori di altri territori europei, del Mediterraneo occidentale e non solo.

Quali immagini devono essere rivelate per rappresentare l'applicazione? Quali immagini immaginarie utilizzare per tessere i fili del percorso artistico? Il successo della candidatura dipenderà dalla capacità di Bastia Corsica 2028 di costruire una narrazione che sfrutti la ricchezza e la rilevanza delle storie da raccontare.

Il parti interessate

Artisti

Laure Limongi

Scrittrice, nata a Bastia e vissuta tra Parigi e la Corsica, Laure Limongi ha pubblicato una dozzina di libri tra cui Ton cœur a la forme d'une île (Grasset, 2021). Tiene regolarmente conferenze sul mondo dei suoi libri. È stata editore per quindici anni, creando e dirigendo le collezioni "&" presso Al Dante (2001-2003) e poi "Laureli" presso Léo Scheer (2006-2012) - circa sessanta libri pubblicati. Attualmente docente di scrittura creativa presso l'École nationale supérieure d'arts de Paris-Cergy (ENSAPC), ha co-diretto per sei anni il Master in Creazione letteraria a Le Havre (ESADHaR-Università di Le Havre). Allo stesso tempo, è stata amministratore della Société des gens de lettres per due mandati e ha co-fondato il Prix du roman d'écologie nel 2018. In Corsica, fa parte in particolare di Providenza (Pieve) e Arte Mare (Bastia).

Artisti

Marie Ferranti

Marie Ferranti ha pubblicato il suo primo romanzo nel 1995, intitolato "Les Femmes de San Stefano", per il quale ha vinto il premio François Mauriac. Incoraggiata da questo successo, continuò la sua carriera letteraria e scrisse diversi romanzi, spesso ispirati alla sua Corsica, come "La Fuite aux Agriates", "La Chasse de nuit" e "La Cadillac des Montadori". Lo stile classico e puro di Marie Ferranti è stato premiato per la seconda volta nel 2002 con "La Princesse de Mantoue".